Stampa 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22 Gennaio 2020

"... Assaporavo la mia nuova libertà e camminavo per le strade, osservavo la corrente del fiume che fluiva sotto il ponte... e mi arrampicavo su per i gradini della collina.

Era emozionante essere vivo e poter vagare ovunque desiderassi.

I Lillà fiorivano nei parchi e io men ne stavo seduto sotto la loro ombra odorosa, a osservare l'incedere delle giovani donne...

Per la prima volta dopo cinque anni non ero considerato un subumano, un mostro o un parasita che doveva essere sterminato.

Dopo mesi di fame smisurata, avevo abbastanza pane per riempirmi lo stomaco e, dal momento che la gente non si allontanava più da me come se avessi la lebbra, stavo imparando a sentirmi di nuovo un essere umano...."

da      "Il Maestro di Auschwitz"        di      OTTO BKRAUS

La Commissione Straordinaria

Pagina creata ( Mercoledì 22 Gennaio 2020 )
 

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. I siti web del Comune di Sogliano Cavour utilizzano cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e l'uso delle applicazioni online. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi l'informativa estesa sulli'uso dei cookie dove sono specificate le modalità per configurare o disattivare i cookie. Maggiori informazioni.

Accetto i cookie da questo sito.